28 aprile 2018


Tari, Sanità, Sicurezza: il M5S torna in piazza Moro



L’Amministrazione Vitto si è adeguata alla normativa nazionale sulla tassa rifiuti, approvando in Consiglio Comunale il nuovo regolamento per la Tari ed eliminando così l’errore perpetrato per ben 4 anni sulla quota variabile relativa alle pertinenze domestiche. Ma dei tanto attesi rimborsi ancora nulla all’orizzonte. Per questo, torniamo in piazza Aldo Moro a Polignano nella mattinata di domenica 29 aprile.

Spiegheremo ai cittadini che non hanno ancora fatto ricorso come poterlo effettuare e illustreremo come gli aumenti siano dovuti al capitolato capestro voluto da Bovino nel 2012, e successivamente sostenuto dalle amministrazioni Vitto, che ci costringerà tutti a pagare di più. Nonostante abbia modificato il regolamento, ammettendo nero su bianco l’errore commesso in questi anni e da noi evidenziato sin dal 2016, questa maggioranza tenta di far passare gli aumenti tari come colpa del "ricorso del M5S". Anzitutto il M5S non ha presentato alcun ricorso, ma ha depositato tramite i portavoce alla Camera una interrogazione a chiarimento di quanto disposto dal legislatore. Come viene ripartita la tari lo dice dunque la legge e non il M5S, legge che in tema di tari fino al 2017 è stata ignorata dalla giunta Vitto. In secondo luogo, il costo della raccolta dei rifiuti viene determinato dal capitolato tra azienda e amministrazione. A riguardo il M5S ci ha visto lontano nel 2012 quando ha consigliato il ritiro in autotutela del bando poiché non ci sarebbero stati vantaggi né economici né ambientali per i cittadini. Ogni contraria affermazione della maggioranza sul punto pertanto è pura invenzione! Noi chiediamo l'introduzione della tariffazione puntuale, che premia i cittadini virtuosi! Ai cittadini illustreremo questo ed anche altro, ossia il continuo e persistente ‘no’ della maggioranza a qualsiasi proposta dell’opposizione, ad iniziare dalla task force per fronteggiare il pericolo di infiltrazioni mafiose e dal Centro Infermieristico Comunale respinte dal centrosinistra di Vitto nel consiglio comunale di giovedì 26 aprile senza comprensibili motivazioni. Ci vediamo in piazza sempre dalla parte dei cittadini!