16 maggio 2019


I buchi della manutenzione stradale cittadina



Questa primavera fresca e piovosa stenta a lasciare spazio al caldo a cui eravamo abituati solitamente ma che dovrebbe raggiungerci a fine maggio. Temperature ballerine che, oltre a raffreddori e malanni di stagione, portano con sé danni al manto stradale. Facendo emergere, al contempo, molti dubbi su come vengano eseguiti i lavori di riparazione.

Questa segnalatami da un cittadino è una buca, divenuta piscina con una leggera pioggia, che era stata tappata solo poco tempo fa in via Don Tonino Bello. Mi chiedo come siano stati eseguiti i lavori, se qualcuno li abbia seguiti e controllati. Siamo nel 2019, tutti hanno uno smartphone in mano, e pertanto non mi sembra così lontana l’idea di attuare finalmente la proposta inserita nel programma elettorale per Polignano del Movimento 5 Stelle. Ovvero la pubblicazione sul portale del Comune del programma relativo agli interventi di manutenzione programmati (rifacimento strade, interventi di pulizia, cura del verde, etc..) svolti sul territorio comunale affinché ogni cittadino abbia concretamente la possibilità di esserne costantemente informato, di verificare il lavoro svolto e di segnalare eventuali anomalie. Ad oggi, infatti, si vedono solo comparire come funghi nuove buche e non si ha contezza di ciò che accade e di come vengono spesi soldi.

A proposito di soldi delle casse comunali, a Palazzo di Città è stato appena aggiudicata la gara per i lavori di manutenzione di strade interne ed esterne all’abitato con pronta reperibilità sino al 30 aprile 2020. Ad aggiudicarsela è stata la Edilelettroscavi Srl di Polignano a mare con un ribasso pari al 44,1% su una base d’asta di 113mila euro di lavori a cui aggiungere 2.574 euro per gli oneri relativi all’attuazione dei piani di sicurezza (non soggetti a ribasso).

Rimaniamo da sempre dell’idea che la migliore modalità di assegnazione degli appalti pubblici sia quella della media mediata che rappresenta indubbiamente il prezzo più giusto e prossimo al reale valore di mercato, in quanto risultato della media dei valori di ribasso di tutti i concorrenti. E, nonostante prediligiamo l’internalizzazione della manutenzione ordinaria laddove possibile e la figura del manutentore comunale, ci auguriamo che la ditta vincitrice dell’appalto possa garantire una maggiore qualità dei lavori di ripristino del manto stradale di quella vista sinora.

Comunicato permanente alla partitocrazia: "In Natura e nella Storia tutto ha un inizio e tutto ha una fine. Voi siete la fine, noi siamo l'inizio, o almeno ci proviamo."